Ras al-Khaimah, Girl Power e Human Tecar

La chiamano familiarmente “RAK Half”, la mezza maratona di Ras al-Khaimah – che letta all’americana, fa quasi rima. E senz’altro fa record. Dalla sua prima edizione, nel 2007, alla più recente, l’undicesima, del 10 febbraio 2017, questa gara su strada del circuito IAAF ha visto polverizzarsi diversi record del mondo. L’ultimo – femminile – proprio lo scorso venerdì, ad opera di una ventitreenne keniota supportata da Human Tecar: Peres Jepchirchir, con uno strepitoso 65 minuti e 6 secondi (ovvero 1:05:06) – tanto più incredibile visto che la giovane è reduce da una pesante polmonite durata due mesi, alla fine dello scorso anno.

Read More

Trasferta transalpina per Human Tecar

Da sempre, Human Tecar investe nella ricerca scientifica.  In questa fase di crescente internazionalizzazione della nostra metodologia, si tratta spesso di investire in strutture oltreconfine, che vanno così ad aggiungersi al ventennale cursus honorum di studi clinici presso università, ospedali e centri di ricerca italiani.

Read More

Dubai, Adidas, Human Tecar: partire col piede giusto

Una grande maratona come quella di Dubai, venerdì scorso – la più ricca al mondo ed una delle più faticose (temperature sui 25-30° C, alti tassi di umidità) – va ben al di là dei 42 chilometri d’ordinanza.  Parte da lontano: dai campi d’allenamento (attrezzati al 100% da Human Tecar, con terapisti formati da Human Tecar), dai mesi di duro lavoro che stanno dietro al nuovo record di percorso (2:04:11) di un Tamirat Tola Adere in forma strepitosa (solo in testa sin dal 30mo chilometro).  Atleta etiope della scuderia Adidas, Tamirat Tola, come Sisay Lemma Kasaye (2:08:04), al terzo gradino del podio, e un ottimo Mekuant Ayenew, sesto con 2:09:23.  Non da meno sono le donne (etiopi) Adidas, che hanno raggiunto il primo, secondo e settimo posto – rispettivamente Worknesh Degefa Debele, Shure Demise Ware e Shuko Genemo Wote.

Read More

Fino alla fine del sogno: la Dakar di Philippe Croizon (e il tifo di Human Tecar)

5 marzo 1994: un giovane papà sta per traslocare.  È in arrivo il suo secondo figlio, c’è bisogno di una casa più grande.  Siamo a Châtellerault, una cittadina nel cuore della Francia.  Nel cuore della “normalità” della provincia francese; della “normalità” tout court.  Il ventiseienne Philippe è un operaio metallurgico, decide di smontare l’antenna di casa senza ricorrere ad aiuti esterni.  Basta una scala d’acciaio, pochi minuti di lavoro.  Dal tetto, vede la moglie e il piccolo Jérémy – sette anni – che seguono i suoi progressi.  È tranquillo.  Nulla fa presagire che la sua vita stia per cambiare per sempre.

Read More

Inizio anno coi fiocchi per la FISI, partner Human Tecar

Le nevi di Maribor, Zagabria ed Oberhof si colorano d’azzurro in questa prima settimana del Nuovo Anno, alla faccia di infortuni passati e superati, in barba persino all’età, visto che se Sofia Goggia, seconda nello slalom gigante sloveno, ha soltanto ventiquattro anni e lo strepitoso biathlon di Anterselva, Dominik Windisch – terzo a Oberhof – ne ha ventisette, il “re di Zagabria” nello slalom speciale, Manfred Moelgg, con le sue trentaquattro primavere (trentacinque a giugno!), è l’azzurro più “âgé” della storia ad aver trionfato in slalom – pure contro un vento fortissimo, che peraltro si è scatenato anche nel pursuit maschile di Oberhof.  È il caso di dire, qual buon vento porta allo sci azzurro tante vittorie?  (Considerando la partnership Human Tecar/FISI, ci facciamo la domanda e ci diamo la risposta, Marzullo-style).

Read More

Il “tecnico che tutto il mondo ci invidia” sceglie Human Tecar per la giovane rivelazione dello slalom: Petra Vlhová

L’allenatore bergamasco che nelle stagioni 2013-2014 e 2014-2015, portò ben sette azzurre alle finali a 25 del gigante della Coppa del Mondo a Meribel – lo ricorderete – fu così definito dalla Gazzetta dello Sport, il 6 aprile 2015, all’epoca in cui cessò la sua collaborazione con la nazionale femminile.  Si tratta di quel Livio Magoni, fratello di un calciatore e una sciatrice, che ha lo sport e il rigore nel sangue; che in tre anni di lavoro con Tina Maze, ha contribuito a portarla alla conquista della Coppa del Mondo.

Read More

Un anno di tower running (e Human Tecar) per Cristina Bonacina: 2.893 metri verso il cielo

Si è concluso domenica 4 dicembre a Hong Kong il Vertical World Circuit della International Skyrunning Federation: nove gare in un anno, nove grattacieli fra i più alti al mondo, per un totale di 13.924 gradini che, tappa dopo tappa – Londra Dubai New York Parigi Manila Sydney Pechino Shangai Hong Kong – hanno portato la nostra Cristina Bonacina al 4° posto nella graduatoria internazionale 2016: un risultato strepitoso per questa moglie, mamma e atleta che lo scorso 25 ottobre ha spento “ben” 41 candeline – tutte d’un fiato, beninteso.

Read More

Vacanze romane (anzi no) per Human Tecar

Non proprio vacanze: è stato il 35mo Congresso Nazionale della Federazione Medico Sportiva Italiana, tenutosi a Roma dal 30 novembre al 2 dicembre, al Centro Congressi del Waldorf Astoria Rome Cavalieri; presente la nostra tecnologia di ultima generazione nell’area espositiva e Stefano Teloni, Area Manager Human Tecar per il centro e sud Italia, come interlocutori privilegiati al Congresso.  Un appuntamento squisitamente professionale, dunque.  Eppure, con uno scenario simile – resort cinque stelle arroccato in cima a sei ettari di parco, la Città Eterna ai tuoi piedi – come non sentirsi un po’ Audrey Hepburn e Gregory Peck?

Read More

La “petite capitale” stendhaliana ‘capitale ViSS’ dicembrina: i due giorni del Congresso ISMULT

Parma, si sa, è capitale del bel vivere; da pochi mesi “Città creativa per la Gastronomia UNESCO”, da sempre amatissima da scrittori, artisti e musicisti – da Stendhal a Toscanini, da Verdi a Proust, dalla duchessa Maria Luigia al Parmigianino e al Correggio; città di melomani e gourmet, in testa alle classifiche di vivibilità e popolarità in Italia, anche oggi.  Venerdì 2 e sabato 3 dicembre, presso l’Auditorium Niccolò Paganini di via Toscana, è andata in scena…  Un’opera?  Vi chiederete.  Non proprio, anche se di suoni, in verità, si è anche parlato: la vibrazione meccano-sonora focalizzata con frequenza variabile a onda quadra.

Read More

Leicester Square, Londra, 28/11: prima stellare per I Am Bolt. Con sorpresa.

“Già l’indirizzo è tutto un programma – Leicester Square, nel cuore chic di Londra.  Mettici un red carpet, una folla di fan ai bordi e una sfilata di VIP sotto i flash incessanti dei media: Boris Becker, Santi Cazorla, Louise Hazel, David Haye, Cesc Fabregas, Raheem Sterling, Mo Farah con la moglie Tania, Olivier e Jenifer Giroud, David Haye e Joe Fournier, Fleur East, Justin Bieber, Liam Payne, Geri Halliwell, Sean Paul, Tallia Storm, Salma Hayek…   Stelle del calcio, dell’atletica, della musica, del cinema, celebrity di ogni foggia, categoria e colore.  Comune denominatore: bellezza, talento e glamour.  Sono qui per lui.  L’uomo più veloce di sempre.

Usain Bolt. 

Read More